TAGLIAFERRO, LA MONTAGNA BALUARDO DEL MONTE ROSA

August 29, 2017

Il monte Tagliaferro mt. 2964 si erge imponente a confine tra le località di Alagna Valsesia in val Grande e Rima in val Sermenza. Con le sue pareti rocciose è baluardo del Monte Rosa e attrattiva per gli alpinisti. Sogno  dei valsesiani, salire la tagliente cresta nord determina il passaggio da escursionista ad alpinista, tant’è che ancora oggi, la famosa “placca” incute timore nell’affrontarla.

Anche le vie escursioniste non sono percorsi da sottovalutare sia per il dislivello che per l’esposizione e per questo, raggiungere la vetta del Tagliaferro è meta ambita. Dalla cima, il panorama mozzafiato spazia dal Monviso al Bernina e di fronte, il magnifico monte Rosa e le suggestive vette dei Michabel fanno salire oltre la cima …

Numerose sono le possibilità di salita, ma attualmente sono 4 le vie solitamente percorse:

la cresta nord, alpinistica;

la parete nord riservata ad alpinisti molto esperti;

le 3 vie escursionistiche che dipartono da Alagna, da Rima e da San Giuseppe.

 

Escursione classica da Rima mt. 1411

Il piacere dell’escursione inizia da subito attraversando il magnifico villaggio Walser sovrastato dall’impressionante parete nord, tagliata a metà dall’haida weg, origine di antiche storie e leggende. Imboccato la mulattiera per il colle Mud, la si percorre all’ombra di un lariceto per abbandonarla dopo circa 45 minuti a favore del sentiero che conduce con percorso pianeggiante all’alpe Scarpia di Sotto mt. 1712.

Si prosegue all’alpe Scarpia di Sopra mt. 1916 e successivamente tra pascoli degradati e ontanelle, sino al passo del Vallarolo mt. 2332, che immette nella valle di Nonai. Qui, in caso di nebbia fitta è facile smarrire la giusta via (siamo nell’habitat dei camosci, degli stambecchi, delle marmotte e dei rapaci) e il percorso si fa decisamente impegnativo. Il sentiero sale zigzagando ripido sino ad un ripidissimo ed esposto pendio che immette al passo del Gatto mt. 2730. Sul lato opposto sale il sentiero proveniente dalla Bocchetta della Moanda dove si congiungono i sentieri provenienti da Alagna e San Giuseppe. Mancano poco più di 200 metri di dislivello per raggiungere la cima, ma il percorso, seguendo lo sfasciume della cresta sud diventa meno faticoso e in una mezz’ora si raggiunge la vetta.

 

Tempo percorrenza:     h. 4,30 in salita

Dislivello:                       mt. 1553

Difficoltà:                       EE (escursionisti esperti)

 

 

gae valle e il Tagliaferro

cresta nord, una ventina di salite di cui:

una salita in solitaria;

una salita e discesa;

tentativo 1° solitaria invernale, rinuncia a metà percorso;

1° ripetizione parete nord, direttissima.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Argomenti
Please reload

Post in evidenza
Post recenti

December 5, 2016

December 4, 2016

December 3, 2016

December 1, 2016

Please reload

Archivio articoli
Please reload